Esercizi Spirituali Ignaziani

“Gli esercizi sono tutto ciò che di meglio in questa vita posso pensare, sentire e intendere, sia perché l’uomo possa approfittarne lui stesso, sia per poter fruttificare, aiutare e farne profittare a molti altri…”

Sant’Ignazio di Loyola,
Lettera a Manuel Miona del 16 novembre 1536

Gli Esercizi spirituali di Sant’Ignazio sono una proposta di preghiera

– in completo silenzio e si prolunga per diversi giorni (corso di esercizi)
– si avvale dell’aiuto di un accompagnamento personale (guida)
– si svolge attraverso un percorso di meditazione della Parola di Dio (modo di pregare)
– punta a prendere delle decisioni per cambiare e pacificare la propria vita (discernimento)

Non solo meditazione

La preghiera ignaziana è composta da due momenti distinti: la preghiera vera e propria e la verifica della preghiera. Il primo momento è il tempo in cui immergersi nella relazione con il Signore e gustarla; il secondo momento serve per accorgersi dei semi gettati e dei frutti che stanno maturando

Immaginazione

Di fronte a un brano biblico, vedere il luogo dove accade la scena, ascoltare i dialoghi dei partecipanti, osservare la situazione sono delle operazioni che permettono di entrare nel brano biblico anche con i propri affetti e non semplicemente con la “testa”

Chiedere una grazia

E’ il momento fondamentale della preghiera ignaziana perché permette di toccare con mano come diventa vera la parola di Gesù:

tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda (Gv 15,16)

Vengo qui, Signore,
per dimenticare la fretta della mia vita.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.

Vengo qui, Signore,
affinché tu rinnovi tutto in me.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.

Vengo qui, Signore,
ad incontrarmi con la tua pace che mi rasserena.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.

Vengo qui, Signore,
a chiederti di farmi conoscere il tuo progetto.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.