Esercizio 1: Cerca e senti il silenzio

Questo primo esercizio consiste nel provare alcuni modi di fare silenzio interiore per trovare quello che ti aiuta di più. Questo è importante perché la preghiera comincia sempre con un momento di concentrazione. Scegli un luogo per pregare: in casa, in una cappella, all’aria aperta… Trova una postura comoda che non devi cambiare spesso. L’esercizio consiste nell’ascoltare il silenzio:

− A) Mediante la respirazione. Chiudi gli occhi, fai diversi respiri profondi e poi normalizza la respirazione facendo caso all’effetto che produce l’aria che passa attraverso il naso (sensazione di calore o di freddo; lo stesso movimento nasale, etc.). In pochi minuti ti accorgerai che tutto il tuo corpo è rilassato e concentrato. Nota il benessere che prova il tuo corpo quando si trova in questo stato.

− B) Prendendo consapevolezza del tuo corpo. Percorri lentamente il tuo corpo, concentrando la tua attenzione su ciascuna delle sue parti (il viso, le spalle e le braccia, lo stomaco, le gambe, i piedi…), avvertendo le vibrazioni che si verificano in esse quando entrano in contatto con l’esterno (sensazione di calore o di freddo…) e con tutto ciò che in esse produce qualche effetto (il contatto con il sedile, con i vestiti…). Scoprirai l’effetto positivo di questo esercizio per pacificarti e concentrarti.

− C) In momenti di totale silenzio. Cerca di approfondire ulteriormente l’esperienza del silenzio. Crea il silenzio più totale che puoi, secondo le tue possibilità. Il tuo silenzio è come una forza travolgente che allontana e dissolve ogni pensiero o sentimento emergente. Rimuove progressivamente i “veli” fino a scoprire la rivelazione che il silenzio porta con sé. Quando viene meno il clima di silenzio, cercalo di nuovo; non importa se lo vivi solo per pochi minuti, torna a fare silenzio. Non scoraggiarti se fai fatica. È normale se non sei abituato. È molto importante che tu prenda consapevolezza di questo movimento continuo nella tua mente e nel tuo cuore. Senza quasi accorgertene, sei entrato in un silenzio vigilante che ti permette di osservare tutto il panorama della tua interiorità. Un ampio orizzonte si aprirà davanti a te… ti sorprenderai della sua estensione e della sua potenza. Sarai colpito dalla sua serenità e dal suo equilibrio. Ripeti alcune volte questi momenti o tempi di silenzio. Lascia che ti invadano e ti trasformino. Lascia che il silenzio ti rafforzi e ti dia profondità. Hai bisogno di immergerti nel silenzio.

Ora conti solo Tu
Vengo qui, mio Signore, per dimenticare la fretta della mia vita.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.
Vengo qui, mio Signore, perché tu rinnovi tutto in me.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.
Vengo qui, mio Signore, ad incontrarmi con la tua pace che mi rasserena.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.
Vengo qui, mio Signore, a chiederti di farmi conoscere il tuo progetto.
Ora conti solo Tu: pacifica la mia anima.